Bitcoin cade come Mnuchin [Reportedly] Piani per regolare i portafogli privati

27.11.2020 | 13:03

I prezzi Bitcoin sono crollati di quasi 1.000 dollari alla vigilia del Ringraziamento, registrando i loro peggiori cali in tre settimane mentre i trader si trovavano alle prese con condizioni di ipercomprato e voci di regolamenti più severi.

L’ammiraglia della crittovaluta ha raggiunto un minimo intraday di $17.150 nelle prime ore asiatiche di lunedì, in calo di oltre il 12% rispetto al picco di $19.500 stabilito un giorno prima. Il tuffo ha accompagnato ulteriormente i volumi più bassi e un oscillatore di slancio tonico, suggerendo che il mercato si stava semplicemente raffreddando dopo un rally senza sosta per sette settimane di fila.

Bitcoin corregge il basso per neutralizzare il suo sentimento di ipercomprato.

Ciononostante, la vendita del mercato Bitcoin Bank ha subito un’accelerazione, in particolare dopo che il famoso Brian Armstrong di Coinbase-fame Brian Armstrong ha messo in guardia contro le norme più severe in materia di crittografia negli Stati Uniti.

Portafogli freddi a rischio

In un thread di Twitter, l’amministratore delegato ha detto che la sua azienda „ha sentito delle voci“ sul piano del Segretario del Tesoro statunitense Steven Mnuchin di introdurre nuove regole per i „portafogli autocustoditi“ entro la fine del suo mandato.

La natura aperta delle valute criptate permette a chiunque di creare un portafoglio privato scaricando software di terze parti sui propri computer/smartphone o attraverso dispositivi hardware che immagazzinano risorse digitali. Questi tipi di soluzioni di autocustodia sono più economiche dei tradizionali servizi finanziari – e garantiscono la privacy.

Ma la regolamentazione che si dice sia in grado di limitare molte di queste caratteristiche. Il signor Armstrong ha osservato che – se il signor Mnuchin passerà la legge – dovrà effettuare la verifica dell’identità di ogni utente che scarica il suo portafoglio software. Questo potrebbe potenzialmente mettere a rischio la loro privacy finanziaria.

„[Il regolamento] sembra un’idea ragionevole in apparenza“, ha spiegato. „Tuttavia, è una cattiva idea in pratica, perché spesso non è pratico raccogliere informazioni di identificazione su un destinatario nell’economia criptata“.

Molti utenti di crittografia stanno inviando crittografia a vari commercianti online, pagando per beni e servizi. Ha senso chiedere ai clienti di aiutare a verificare l’identità di un’azienda prima di potervi acquistare un prodotto?

Nonostante la crescente incertezza da parte del Tesoro statunitense, Bitcoin ha registrato un interessante rimbalzo al raggiungimento di 17.150 dollari.

Bitcoin forma un grande stoppino ribassista in segno di rifiuto rialzista.

BTC/USD ha recuperato circa il 4 per cento delle sue perdite subito dopo il tuffo, lasciando dietro di sé uno stoppino lungo famoso per aver chiamato il finto breakout moves out. Ciò significa che i trader sono ancora rialzisti a breve termine su Bitcoin, credendo che la criptovaluta avrebbe continuato a risalire verso l’alto in un contesto macroeconomico di supporto.

„All Exchanges Inflow Mean è aumentato qualche ora fa“, ha detto Ki-Young Ju, il CEO della piattaforma di analisi dei dati CryptoQuant. „Indica che le balene, relativamente parlando, hanno depositato BTC negli scambi. Ma gli indicatori a lungo termine sulla catena dicono che la pressione di acquisto prevale. Penso ancora che possiamo rompere 20k in pochi giorni“.

Nel frattempo, alcuni trader si aspettavano che il prezzo continuasse a scendere ulteriormente prima di trovare un livello di supporto per tentare un rimbalzo verso i 20 mila dollari.

Kommentare sind geschlossen